LA PAROLA DI CHI LAVORA IN EUROANSA

Crescere è l’opportunità di scegliere il proprio futuro.

LA CRESCITA DI EUROANSA

Nel corso degli anni l’azienda ha raggiunto più di 750 collaboratori e più di 250 agenzie distribuite su tutto il territorio italiano; nel 2018 è diventata partner ufficiale di immobiliare.it, il primo portale di compravendita di immobili in Italia diventato socio di Euroansa Spa con una partecipazione del 25%.

LAVORARE IN EUROANSA

Nel rigore operativo e nell’etica lavorativa che Euroansa pone come elementi distintivi del proprio operato, non ci si dimentica che le persone sono al primo posto, sia come rispetto nei loro riguardi, sia come rapporti interpersonali. 

La soddisfazione dei membri della famiglia Euroansa è il risultato di un sistema che mette il singolo ed il gruppo sullo stesso piano, con i benefici dell’uno che si ripercuotono vicendevolmente sull’altro. 

Gianluigi, Daniela ed Elisa sono solo una piccolissima parte delle persone cresciute in Euroansa: il loro contributo è stato necessario come lo sarà quello di ogni risorsa che entrerà a far parte della famiglia Euroansa.

gianluigi
(responsabile reparto cessioni del quinto)

“Grandi aspettative da ragazzo non ne avevo e non avevo fatto nemmeno degli studi che mi potessero permettere di approdare ad un lavoro del genere”, dice Gianluigi Norandini, in Euroansa dal 2011. "Invece ho trovato un ambiente dove si sta bene e, oggi, reputo Ansano Cecchini un secondo padre.”

Euroansa fa delle persone al centro del proprio progetto una prerogativa ormai storica. Ecco perché ha prima aiutato Gianluigi e proseguire negli studi a livello scolastico e poi l’ha aiutato ad inserirsi nel mondo del lavoro. “Euroansa mi ha dato fiducia, la cosa bella è stata quella. Qui credono nelle persone, se vedono la buona volontà ti danno l’opportunità di realizzarti”.

daniela 
(coordinatrice reparto amministrativo)

Daniela Lippi è stata la prima impiegata della società, nel 2004. Fece un colloquio, le piacque la nuova realtà e si licenziò dalla precedente occupazione. “Ero abituata a lavorare e usare il telefono, ma mi ritrovai in un ufficio vuoto col telefono che non squillava”, dice Daniela.

Non passò molto prima che le cose si evolvessero. “Nel giro di un mese e mezzo, il flusso di pratiche era continuo, una dietro l’altra, e non si capiva più da dove cominciare Mi ricordo che la mattina mi alzavo alle 6 e alle 7 ero in ufficio per caricare tutte queste pratiche. Uscivo tutte le sere alle 20.30 perché mi piaceva, non mi sentivo sola, ero parte di un gruppo di una famiglia.”

elisa
(responsabile controllo di gestione)

Elisa Simi è in Euroansa dal 2005: “Ho conosciuto Euroansa prima come cliente, poi grazie ad Olivia scoprii che stavano cercando personale e mi proposi per fare un colloquio. Per me era il primo lavoro d’ufficio quindi io non sapevo assolutamente nemmeno che suono avesse un fax, tant’è che lo confondevo con lo squillo del telefono. Daniela è stata la mia mentore, praticamente mi ha insegnato tutto di questo lavoro, ha assistito ai miei disastri. Però con la pazienza dei colleghi e con tanta buona volontà, ho iniziato a imparare a rispondere al telefono, che sembra una cosa banale ma per chi non ha mai fatto un lavoro d’ufficio non lo è affatto e va imparata.”